can

Oggi vi parlo di un argomento delicato. Ormai lo avrete capito, mi piace affrontare tematiche più importanti tra un post frivolo e l’altro.
Questo articolo serve a sensibilizzarvi su un disturbo che colpisce moltissime donne e ragazze: la candida.
Prima di parlarvene, dato che fortunatamente non ho mai sofferto di questo problema, ho cercato di leggere su diversi siti e forum per informarmi bene su quest’infezione ed ho scoperto che sono tantissime le ragazze che cercano aiuto su internet. Mi è piaciuto molto il modo spiritoso, ironico – in particolare per le più giovani, che spesso per imbarazzo cercano soluzioni su internet o sperano che ignorando i disturbi il tempo risolva il loro problema- di parlare ed informare sull’argomento Candida del sito tulaconoscicandida.it.
Il sito è stato sponsorizzato da Gyno-Canesten. Di cosa si tratta? Ve lo spiego subito.
Un video-test, grazie ad un personaggio fastidioso e ficcanaso (una rappresentazione della Candida insomma!) attraverso delle domande, cercherà di raccogliere informazioni sulla preparazione delle utenti ed allo stesso tempo dispenserà dettagli sulla Candida che tutte noi dovremmo sapere.candida1

Nel sito si trovano tantissimi consigli, informazioni ed uno spazio dove le utenti possono interagire e confrontarsi. In più la La Dottoressa Alessandra Graziottin ha fornito un contributo video molto utile.
Alcune di voi penseranno di non aver bisogno di conoscere questa realtà, perché non hanno rapporti sessuali o perché sanno che la loro routine igienica è impeccabile, ma sapete qual è una delle cause della Candida? Lo stress.

Un periodo di esami intenso, un momento delicato in famiglia o con il proprio fidanzato, insomma elementi quotidiani possono portarci a questa infezione.

tu la conosci candida
Ciò che spero di ottenere con questo post è che almeno voi che mi leggete possiate capire che non deve esserci imbarazzo o vergogna, che affrontare le cose è da donne mature. Spero anche farete un salto sul sito che vi ho consigliato così da poter conoscere meglio questa patologia.


can