In America andare a scegliere e cogliere la propria zucca da decorare è una vera e propria tradizione, lo si fa per Halloween così come per regalare alla casa un tocco autunnale durante questa meravigliosa stagione. Tutto questo ha il nome di Pumpkin Patch ed è l’occasione perfetta per trascorrere una giornata all’aria aperta con la propria famiglia. Un’attività divertente per tute le generazioni: adulti, ragazzi e bambini.

Da qualche anno una famiglia originaria del Connecticut trasferitasi in Italia, precisamente a Pignataro Maggiore in provincia di Caserta ha portato un po’ delle sue tradizioni anche qui da noi.

Inizialmente l’idea era nata per condividere una giornata con gli amici. E così una casa in perfetto stile americano si è trasformata in un vero e proprio Giardino delle zucche. La voce ha viaggiato velocissima, prima nei dintorni e poi sempre più lontana. Ed il giardino, che prima ospitava solo qualche amico, oggi arriva ad accogliere più di 2000 persone a weekend da tutta Italia.

Dapprima a gestire il tutto erano solo due persone.  Adesso sono circa 40..!  La famiglia rimane però parte fondamentale e principale nella gestione di questo piccolo paradiso arancione. Sono loro infatti i primi ad alzarsi il mattino per controllare che tutto sia perfetto, che gli allestimenti siano originali e divertenti, che chi verrà troverà in questa giornata un momento di gioia.

Ora però voglio raccontarvi la nostra esperienza in questa piccola oasi. Il viaggio, partendo da Roma è stato abbastanza breve, in un’ora e quaranta eravamo arrivati al Giardino delle zucche. Raggiungerlo è stato molto semplice, una volta usciti dall’autostrada è bastato seguire i cartelli (a forma di zucca!). Appena abbiamo valicato il cancello ci siamo sentiti davvero catapultati negli Stati Uniti.

Ci siamo trovati di fronte una bellissima villa bianca  circondata da un giardino con più di 3000 zucche di colori e tipologie differenti e da tantissimi alberi, soprattutto alberi d’Acero quasi pronti a  cambiare colore e da verdi diventare gialli e rossi. Uno spettacolo!

All’interno del Giardino è possibile fare diverse attività adatte ad ogni età.  Si può passeggiare ascoltando il rumore delle foglie, ammirandone i colori e sentirne il profumo. Ci si può fermare a scoprire i colori dei Crisantemi che in America non sono “il fiore dei morti ” come qui in Italia, ma simboleggiano la gioia e la positività.

Nn solo : si possono ascoltare le buffe storie degli spaventa-passeri: dal dormiglione che non ha voglia di lavorare a quello più “scapestrato” che è caduto dalla bicicletta o lo spaventapasseri che pesca zucche dal laghetto (ovviamente!).

Potete entrare nel giardino e cercare la vostra zucca perfetta. Quella che vi piace di più potrete prenderla e partecipare al laboratorio creativo, così da dipingerla o se preferite intagliarla e trasformarla in un’originale lanterna.

Non dimenticatevi di passare sotto l’arcata di uva fragolina e scoprire il buonissimo profumo di questo frutto. Immancabile poi la foto nella casetta di zucche che in queste ultime settimane spopola letteralmente su Instagram.

Al Giardino delle Zucche è possibile mangiare all’aperto con la pizza, gli hotdog, dolcetti ed altre specialità rigorosamente fatte in casa.

Da quest’anno poi c’è anche una divertentissima novità: il labirinto di Mais. Una grandissima coltivazione di mais adibita a labirinto per perdersi e ritrovarsi dopo un’incantevole passeggiata.

Inutile dirvi quanto ci siamo divertiti. Per Isabelle è stata un’esperienza incredibilmente stimolante. A fine giornata è crollata tra le mie braccia con un bel sorriso sulle labbra.

Non voglio però raccontarvi di più per lasciarvi un pizzico di curiosità…

Il mese di Ottobre è andato sold out per l’incredibile affluenza. Per questo motivo il Giardino delle zucche ha prolungato l’apertura, così se aveste voglia di visitarlo siete ancora in tempo. Vi aspettano l’1 il 2 ed il 3 Novembre previa prenotazione.

il giardino delle zucche

il giardino delle zuccheil giardino delle zucche il giardino delle zucche