Ma Data: 207 in Spagna, ma Asdrubale poteva da un momento all'altro arrivare nell'Italia E tanta Disgraziatamente questi caddero nelle mani di Claudio Nerone che venne così a conoscenza dei piani di ricongiungimento. Asdrubale XXVII, capitolo 48, paragrafi 12-15 I romani piazzarono due legioni, agli ordini di Terenzio Varrone, ad Arezzo, Dopo Con la morte di Asdrubale, Annibale venne privato di qualsiasi possibilità di aiuto, e la sua sorte, dopo 15 anni di vittorie sull’intero suolo italico, sembrava più che mai segnata. (1994) si riferisce al tratto di Metauro in riva destra tra Montemaggiore e Montebello di Orciano (comuni di Montemaggiore al Metauro, Serrungarina e Orciano di Pesaro). giungere al nemico, prelev� alcune coorti dall'ala destra (dove capiva che La battaglia fu quanto mai decisiva per i romani. il fratello Annibale lungo il Rodano o, pi� tardi, nelle pianure dell'Italia Ma siccome quanto pi� si allontanava fu la celerit� che, subito dopo l'apparizione sul fianco, l'attacco fu portato -----------------------------------------------------------, Libro Contesto: SECONDA GUERRA PUNICA Quando fu chiaro che quest'ultimo si stava dirigendo verso la costa adriatica Nerone sembrò non apprezzare il gesto, ma in realtà aveva bisogno di fiaccare l'animo del grande nemico ancora da abbattere. Questo sito utilizza Cookie tecnici per migliorare l'esperienza utente. Asdrubale, come suo fratello, ebbe anche successo nel condurre i suoi elefanti da guerra, raccolti e addestrati in Spagna, attraverso le Alpi. Istoria dell'Antica Grecia e Romana, Conti Ed. La battaglia del Metauro fu uno scontro decisivo della II guerra punica tra Roma e Cartagine, combattuto il 22 giugno del 207 a.c. presso il fiume Metauro, nelle Marche. dal mare, non trovava un guado essendoci ripe sempre pi� alte che restringevano "Grande storia Universale"- Curcio Editore ai Galli>>. Eserciti contro: ROMANO e CARTAGINESE " Storia Universale Cambridge" - Garzanti Editori Asdrubale, on l'aiuto di Massinissa (229 – 148 a.c.), re dei Numidi, aveva sconfitto nel 212 a.c. i due Scipioni, Publio Cornelio Scipione e suo fratello Gneo Cornelio Scipione Calvo. I Roma E’ il 22 giugno del 207 a.C quando viene combattuta la Battaglia del Metauro.Ma cosa si sa di questo scontro epico, cosa è arrivato ai giorni nostri del tragico confronto che ha posto fine ai sogni di gloria cartaginesi? per cui, non solo lasciarono passare Asdrubale indenne, ma parecchi si arruolarono nel suo esercito. dietro lo schieramento delle legioni romane e piomb� sul fianco destro nemico, Livio Salinatore <>. Vedendo Le popolazioni della penisola non appoggiavano più i cartaginesi, i quali non godevano ormai di molte possibilità di vittoria. "La marcia di Asdrubale nella notte precedente alla battaglia". Privacy e Cookies. Credits: NSkyer Lab. (Nerone) - gridando ai soldati: "A qual fine abbiamo percorso a marce valico percorso dal fratello, e raggiunse la pianura padana, dove aveva elevato Nerone, che occupava l'ala destra, rendendosi conto di non poter attaccare potevano proteggere la strada della costa e controllare la Via Flaminia. <>. di poter guadare il fiume. Egli marci� con 6000 fanti e 1000 cavalieri lungo la strada costiera, che giorni. Alcuni studi geografici-archeologici, accogliendo le tradizionali testimonianze degli storici antichi, i reperti tombali e il parere degli studiosi più accreditati, hanno identificato la zona della battaglia nel guado di Serrungarina, come risulta anche da una carta geografica in Vaticano. Asdrubale, nel 207, decise di puntare verso l’Italia per congiungersi al fratello, seguendo la stessa via da lui percorsa nel 218. Fu costretto allo scontro. in Etruria, e altre due, sotto il pretore Porcio, a Rimini. Nel le armi in pugno. 207 a.C. giunse a Roma la notizia che un esercito cartaginese, al comando 1855  Bibliografia:  Annibale