Ma soprattutto nostro padre e Giovanni Falcone avrebbero perso la vita già allora. «Ci adattammo presto all’isolamento e capimmo che (allora) le istituzioni, soprattutto quelle romane, ci erano vicine. Queste le parole affettuose che la nipotina Fiammetta (Figlia di Manfredi) ha dedicato al nonno che non ha mai conosciuto, accompagnate dal disegno di un grande cuore. Corriere Adriatico Contatti, Fu lui, infatti, a volere (e organizzare) fortemente quel tempestivo trasferimento sull’isola, proteggendo i due giudici come fossero suoi figli. Quel giorno - racconta Manfredi Borsellino – papà rimase profondamente scosso dal chiasso, dalle urla, dall' atmosfera nella quale si celebrava un rito per i defunti''. Giovanni forse non era abituato per così tanti giorni a dividere lo stesso tetto e convivere con dei bambini, penso che poche volte nella vita si sentì di fare parte di una famiglia allargata come in quell’estate». Mio padre era andato, da solo e a piedi, eludendo come solo lui sapeva fare i ragazzi della scorta, dal barbiere Paolo Biondo, nella via Zandonai, dove nel bel mezzo del “taglio” fu raggiunto dalla telefonata di un collega che gli comunicava dell’attentato a Giovanni Falcone lungo l’autostrada Palermo-Punta Raisi. Il matrimonio di Agnese e Paolo a Villa Igea, dicembre 1968. A carabinieri officer who was present when the explosion occurred reported he had delivered the notebook to Giuseppe Ayala, the first Palermo magistrate to arrive at the scene. «Mio padre è stato magistrato - ha detto in un'intervista di qualche anno fa -  mio nonno materno è stato magistrato, mio bisnonno è stato un giudice militare: una certa aria di giustizia e di legge l’ho respirata fin da bambino. When they arrived, Vullo and the other agents noticed nothing unusual except some parked cars. "Era d'estate" è il film che meglio e più di tutti, ad esempio, indugia sul particolare rapporto tra nostro padre e Giovanni Falcone, anche sul rapporto tra quest'ultimo e me o tra mia madre e Francesca Morvillo, insomma ne esce fuori un quadro di famiglia allargata". A me in particolare mi chiedeva “Paolino” sin da quando avevo le prime fidanzate, non oso immaginare la sua gioia se fosse stato con noi il 20 dicembre 2007, quando è nato Paolo Borsellino, il suo primo e, per il momento, unico nipote maschio. Australian Open 2021, Santa Del 23 Settembre, Ma soprattutto nostro padre e Giovanni Falcone avrebbero perso la vita già allora. Anche il pranzo in casa Tricoli fu un momento piacevole per tutti, era un tipico pranzo palermitano a base di panelle, crocché, arancine e quanto di più pesante la cucina siciliana possa contemplare, insomma per stomaci forti. Mancino, however, always denied having met Borsellino. ''Mio padre - dice Manfredi Borsellino - amava questa città, la nostra terra fatta di una stragrande maggioranza di persone oneste; non avrebbe potuto vivere altrove era legatissimo alla Sicilia, e proprio questi legami, l'attaccamento alla sua gente, gli davano la spinta per andare avanti, per combattere questa minoranza di criminali che soffocano milioni di persone, che ci aggrediscono. La signora Agnese e Manfredi, molto tempo dopo, avrebbero confermato la mia sensazione svelandomi un piccolo segreto. Porto Recanati Cartina, Maxi processo alla mafia, quei giudici isolati all’Asinara. Get free itineraries from Don Tano to make the most of your visit, We Are Palermo is your new, somewhat different travel guide to the city of Palermo. Manfredi le girava intorno, lei lo guardava e gli sorrideva. Non so perché ma prima di decidere il da farsi io e mia madre ci preoccupammo di chiudere la villa. Giovanni forse non era abituato per così tanti giorni a dividere lo stesso tetto e convivere con dei bambini, penso che poche volte nella vita si sentì di fare parte di una famiglia allargata come in quell’estate». "New Arrests for Via D'Amelio Bomb Attack", "Borsellino, 10 anni fa la strage di via D'Amelio". Mio padre è stato magistrato, mio nonno materno è stato magistrato, mio bisnonno è stato un giudice militare: Il primo pomeriggio di quel 23 maggio (1992) studiavo a casa dei miei genitori, preparavo l’esame di diritto commerciale, ero esattamente allo “zenit” del mio percorso universitario. Papà e Lucia al Parco nazionale d'Abruzzo, fine anni Settanta. All right reserved. nella quale avevamo trascorso sin dalla nostra nascita forse i momenti più belli e spensierati, era rimasta chiusa. Parlare di mio padre per me è estremamente difficile, mi sono anche risposto del perché fosse così difficile. La lettera è tratta dal libro " Io ti racconto — Le stragi del 1-992 e la ribellione di Palermo: i genitori spiegano ai figli la mafia" edito dalla Direzione didattica Alcide De Gasperi di Palermo  Sapevano però che la loro morte non sarebbe stata vana. Già dopo l'attentato in cui perse la vita Giovanni Falcone, il più grande amico e collega di tuo nonno Paolo, Palermo si svegliò, tanti giovani e bambini della tua età si riversarono sulle strade mentre dai balconi sventolavano grandi lenzuoli bianchi, segno di purezza e di pace. Mio padre è stato magistrato - ha detto in un'intervista di qualche anno fa -  mio nonno materno è stato magistrato, mio bisnonno è stato un giudice militare: una certa aria di giustizia e di legge l’ho respirata fin da bambino. Pronto Soccorso Casarano, [15] In an interview on the Italian state TV documentary show La storia siamo noi (History is Us), Borsellino's widow said he, in the days before the massacre, had her close the shutters on the windows because "they can observe us from Castello Utveggio". Quel giorno per me e per tutta la mia famiglia segnò un momento di non ritorno. IL DOSSIER MAFIA E APPALTI DIETRO LA STRAGE ? But I’ll just tell you about the culmination of his career (and life). Come è avvenuto sette anni dopo. Ma sono altri e più intensi, i ricordi e i "segreti" che la signora Agnese ha deciso di affidare a Palazzolo per il loro libro. Francesca D'aloja Alessandro Gassman, Il messaggio è stato letto a conclusione della messa dedicata alle vittime della strage, celebrata nella chiesa di San Francesco Saverio all'Albergheria. Mio padre stesso, che pareva tenere sempre ogni situazione sotto controllo, lo vedevamo per la prima volta non padroneggiare l’evento. Mia madre lo salutò sull’uscio della villa del professore Tricoli, io l’accompagnai portandogli la borsa sino alla macchina, sapevo che aveva l’appuntamento con mia nonna per portarla dal cardiologo per cui non ebbi bisogno di chiedergli nulla. «Metterci la faccia», e «fare squadra», questi i motti del figlio di Borsellino sin da quando con i ragazzi dell’Investigativa andava a caccia di spacciatori e rapinatori fra i vicoli di Oreto e Zisa. Solo dopo la sua morte seppi da padre Cesare Rattoballi che era un distacco voluto, calcolato, perché gradualmente, e quindi senza particolari traumi, noi figli ci abituassimo alla sua assenza e ci trovassimo un giorno in qualche modo “preparati” qualora a lui fosse toccato lo stesso destino dell’amico e collega Giovanni. Dopo la strage di Capaci, eccetto che nei giorni immediatamente successivi, proseguii i miei studi, sostenendo gli esami di diritto commerciale, scienze delle finanze, diritto tributario e diritto privato dell’economia. Hai fatto un grande regalo soprattutto ai tuoi sette nipoti, che potranno conoscere anche attraverso questo testo quella nonna affettuosa, premurosa e così piena di voglia di vivere che la leucemia ha sottratto loro troppo presto. Ho voluto continuare questa strada familiare, anche se con un incarico diverso, poiché credo tantissimo nei valori della giustizia e dell’onestà. Since he was a child he decided to follow the path of legality. In quegli anni a Marsala, tuttavia, vive anni felici e in qualche modo spensierato regalando ai suoi figli e alla moglie un periodo più tranquillo durante il quale spesso e volentieri si concedeva delle “libertà” come uscire in barca, girare con la vespa e il casco senza farsi riconoscere oppure trascorrere i pochi giorni di vacanza insieme ai suoi adorati figli e alla sua amata moglie nella villa dei suoceri, a Villagrazia di Carini, a pochi passi da quel mare che tanto amava. Ricordo una bellissima giornata, quando arrivai mio padre si era appena allontanato con la barchetta di un suo amico per quello che sarebbe stato l’ultimo bagno nel “suo” mare e non posso dimenticare i ragazzi della sua scorta, gli stessi di via D’Amelio, sulla spiaggia a seguire mio padre con lo sguardo e a godersi quel sole e quel mare. Ti voglio bene, la tua nipotina Fiammetta Borsellino". Si prega di condividerlo in modo adeguato, citando la fonte e senza strumentalizzazioni o effettuando un uso improprio dello stesso. This was discovered by analyzing the phone calls of mafia boss Gaetano Scotto, who called a SISDE phone in the castle. Chi, tanti anni prima, aveva condannato a morte i due giudici, Il 23 maggio del ‘92 Giovanni Falcone insieme alla dolcissima moglie, Francesca Morvillo, e tre dei loro, Il giudice Paolo Borsellino, a detta della, Io Non Dimentico 1 - Falcone & Borsellino, Favino legge la lettera di Manfredi Borsellino, Manfredi Borsellino parla davanti al Presidente Mattarella, Manfredi Borsellino, la vita impressa nella storia di sempre, Manfredi Borsellino: la mia vita fra due stragi, Manfredi Borsellino: vi racconto mio padre Paolo. Quando Agnese morì fu organizzata una camera ardente familiare nella casa di via Cilea. Ma al giudice non ho mai chiesto nulla su quel suo secondo nome, che a volte c'era e tante altre volte invece spariva. For any question, doubt or concerns do not hesitate to leave a comment in the box below and I will reply as soon as possible. Non mi meraviglia se non chiese il rimborso. Questo breve ma intenso periodo purtroppo viene improvvisamente interrotto dall’assassinio di un giovanissimo giudice, il “giudice ragazzino” Rosario Livatino, braccato ed ucciso nelle campagne agrigentine da quella mafia di provincia, denominata “Stidda”, che aveva tanto valorosamente e coraggiosamente combattuto senza mezzi e senza protezione da parte dello Stato. Paolo Borsellino interesting facts, biography, family, updates, life, childhood facts, information and more: Paolo Borsellino (January 19, 1940 – July 19, 1992) was an Italian judge. D’altra parte è certo quello che non sarei mai voluto diventare dopo la morte di mio padre, una persona che in un modo o nell’altro avrebbe “sfruttato” questo rapporto di sangue, avrebbe “cavalcato” l’evento traendone vantaggi personali non dovuti, avrebbe ricoperto cariche o assunto incarichi in quanto figlio di …. D’altra parte era solito pagare di tasca propria il carburante delle autovetture blindate di Stato che, tra l’altro, sovente guidava di persona non avvalendosi di autisti». Il matrimonio di Agnese e Paolo a Villa Igea, dicembre 1968. Non avevo ancora compiuto 14 anni per cui, rispetto a Lucia, avvertii meno il peso di quella vacanza forzata, direi quasi di deportazione. Qual’era lo stato d’animo? Sembrava fragile a vederla così, tormentata dalla malattia. He initially stumbled on the corpse of Borsellino without recognizing it, as the dead judge was limbless. Io e le mie due sorelle non siamo stati mai né viziati né agevolati, piuttosto “responsabilizzati” di fronte a situazioni molto più grandi di noi, sì che al momento della sua morte può dirsi che eravamo a nostro modo “preparati”, preparati da un padre che tutto avrebbe potuto desiderare fuorché lasciarci orfani così giovani. che la nostra vita è sì cambiata dopo che ci ha lasciati ma non nel senso che lui temeva: siamo rimasti gli stessi che eravamo e che lui ben conosceva, abbiamo percorso le nostre strade senza “farci largo” con il nostro cognome, divenuto “pesante” in tutti i sensi, abbiamo costruito le nostre famiglie cui sono rivolte la maggior parte delle nostre attenzioni come lui ci ha insegnato, non ci siamo “montati la testa”, rischio purtroppo ricorrente quando si ha la fortuna e l’onore di avere un padre come lui, insomma siamo rimasti con i piedi per terra. Ed è dolcemente strano pensare, con rispetto e affetto, che la morte di una madre sia stata una benedizione di tenerezze e ricordi, pure nella sua consistenza luttuosa, per dei ragazzi che avevano già perso un genitore nella modalità più atroce. Valery Khodemchuk, 4 Settembre 2007, "Quello stesso silenzio - ricorda Manfredi Borsellino - che mi accompagnò fino all'arrivo in via D'Amelio, quando il corpo, o ciò che ne era rimasto, di mio padre e dei suoi agenti di scorta era stato già rimosso". Purtroppo proprio da quell’appartamento Rita Atria si getterà nel vuoto pochi giorni dopo l’assassinio del “suo” giudice Paolo, lasciando un biglietto in cui emerge tutto il senso di vuoto che in quel momento provava per avere perso l’unica persona in cui nutriva la speranza in un mondo migliore e più pulito. Tra questi c'è è anche il mio: credo rimarrà l'unica volta in cui ho trovato la forza di raccontare quei 57 giorni tra Capaci e Via d'Amelio, in cui lo Stato ha perso i suoi figli migliori e noi un padre meraviglioso che immaginavamo immortale". Dopo tutti questi anni ciò che forse manca maggiormente del Paolo Borsellino uomo, padre e marito sono la bontà d’animo e generosità di spirito che lo contraddistinguevano. [5] Gaspare Spatuzza, a mafioso who later became a pentito, eventually revealed he had stolen the Fiat 126 on the orders of the Graviano and Brancaccio mafia clans. [5] Normal procedure when Borsellino travelled was to clear the road of cars before his arrival, but this was not allowed by the administration of the comune of Palermo, as reported by another anti-mafia judge, Antonino Caponnetto. Cercava sempre di evitarle problemi, non voleva metterla in agitazione. Credo che questa sensazione fosse comune anche ai miei genitori e alle mie sorelle. "[3] Ayala repudiated this account in an interview in Sette magazine. Lei ha scritto un racconto dallo stesso titolo del film. Dopo quello che fu tutto fuorché un riposo pomeridiano. Dal 23 maggio al 19 luglio divennero assai ricorrenti i sogni di attentati e scene di guerra nella mia città ma la mattina rimuovevo tutto, come se questi incubi non mi riguardassero e soprattutto non riguardassero mio padre, che invece nel mio subconscio era la vittima. L’avremmo raggiunto successivamente insieme agli zii ed a mia madre. Mio padre, in verità, tentò di scuotermi dalla mia “loffia” domenicale tradendo un certo desiderio di “fare strada” insieme, ma non ci riuscì. A tal proposito ho ben presente l’insegnamento di mio padre, per il quale nulla si doveva chiedere che non fosse già dovuto o che non si potesse ottenere con le sole proprie forze. A first trial for the massacre ended on 26 January 1996, with Scarantino sentenced to 18 years in prison, while Giuseppe Orofino, Salvatore Profeta and Pietro Scotto, those who prepared the bomb and intercepted the phone, were sentenced to life imprisonment. Sergio Rubini, Ho realizzato che mio padre non c’era più mentre quel pomeriggio giocavo a ping pong e vidi passarmi accanto il volto funereo di mia cugina Silvia, aveva appena appreso dell’attentato dalla radio. From that moment on, his whole life was dedicated to the fight against the mafia. Una storia d’amore che rivive pure nella memoria di don Cesare Rattoballi, sacerdote e amico di Paolo Borsellino. Da quell'estate non è più tornato all'Asinara. Era premuroso, sempre presente non solo per i familiari, ma anche per i tanti cugini e parenti collaterali. In cucina c'era la madre sulla sedia a rotelle, accudita amorevolmente da due infermieri. [18] A third trial in 2002 involved 26 other mafia bosses who had been involved in the massacre in various ways, ending with life sentences for Bernardo Provenzano, Pippo Calò, Michelangelo La Barbera, Raffaele Ganci, Domenico Ganci, Francesco Madonia, Giuseppe Montalto, Filippo Graviano, Cristoforo Cannella, Salvatore Biondo and another Salvatore Biondo. Ero consapevole delle ragioni per le quali ci trovavamo su quell'isola, ma ero altrettanto consapevole di vivere una esperienza unica, circondato dall'affetto e dalla protezione di istituzioni che, allora, avevano a cuore la vita di due dei loro servitori migliori". Di fatto egli cresceva e seguiva come fossero suoi i sette figli della sorella più grande, rimasta vedova prematuramente e non economicamente in grado di sostenere una così numerosa famiglia. Manfredi Borsellino. Bene, ciò non corrispondeva affatto a verità: mio padre amava in modo viscerale la vita e le tante piccole o grandi sorprese che questa riserva, sì da apparirmi inverosimile che egli andasse incontro alla morte ritenendola in quel momento un evento ineluttabile. Coronavirus A Forno Canavese, Manfredi Borsellino parla davanti al Presidente Mattarella - Duration: 6:40. Manfredi le girava intorno, lei lo guardava e gli sorrideva. Anche i figli e la moglie devono adeguarsi a questo insolito regime di vita, ma tutta la famiglia è al suo fianco perché acquisisce la consapevolezza che solo continuando il suo lavoro lui e gli altri magistrati del c.d. Il primo pomeriggio di quel 23 maggio (1992) studiavo a casa dei miei genitori, preparavo l’esame di diritto commerciale, ero esattamente allo “zenit” del mio percorso universitario. Lo considerarono una perdita di tempo che poteva mettere a rischio il maxiprocesso. Avevano entrambi un tratto umano e accogliente. After the revelation, Genchi was removed from the investigation and the Castello Utveggio case was archived by the Tribunal of Caltanissetta. Manfredi Borsellino fa il poliziotto, commissario a Cefalù (ora a Mondello) . Good morning to everyone, today the old Don Tano Bongiorno will be briefly recounting the story of one of the most valiant heroes in the entire history of Italy, Paolo Borsellino. A margine della confessione, Paolo mi confidò: ‘Sono pronto, mi preparo’. Preghiera Coronavirus Padre Pio, Nascondendo i suoi stessi disagi derivanti dalla lontananza dalla famiglia». The chief prosecutor of Palermo, Pietro Giammanco, resigned. Quell'Emanuele che era riportato sulla carta d'identità e si palesava a sorpresa in qualche bigliettino di ringraziamento e molto di rado sugli atti giudiziari che firmava, mi ha sempre incuriosito. Contact Us | Terms of Use | Privacy Policy | Copyright, Celebrities Interesting Facts By Nationality, Celebrities Interesting Facts By Profession. Troppo “esposta” per la sua adiacenza all’autostrada per rendere possibile un’adeguata protezione di chi vi dimorava. «É vero, ma con Giovanni Falcone a parte qualche screzio iniziale vi fu un rapporto di complicità, tanto che mio padre si assentò per qualche giorno rientrando con Lucia a Palermo e lui sentì quasi di farne le veci. E poi tutti insieme all'Asinara, agosto 1985, quando Paolo Borsellino e Giovanni Falcone - con figli e mogli - vengono deportati e rinchiusi per venticinque lunghissimi giorni sull'isola sarda del supercarcere. Quindi, mentre affidavo mia madre ai miei zii ed ai Tricoli, sono salito sulla moto di un amico d’infanzia che villeggia lì vicino ed a grande velocità ci recammo in via D’Amelio. Manfredi: cara figlia mia ti spiego perchè... Manfredi: chi doveva non ha cercato la verità, Manfredi: l'estate in cui Falcone fu il mio secondo papà. Mio padre è stato magistrato, mio nonno materno è stato magistrato, mio bisnonno è stato un giudice militare: una certa aria di giustizia e di legge l’ho respirata fin da bambino. È vicino alla realtà il legame bello tra lei e Falcone che si vede nel film? "ERA D'ESTATE", IL FILM DI FIORELLA INFASCELLI CHE RACCONTA I 25 GIORNI TRASCORSI NEL 1985 DALLE FAMIGLIE DI PAOLO BORSELLINO E DI GIOVANNI FALCONE SULL'ISOLA DELL'ASINARA, UN TRASFERIMENTO AFFRETTATO PER RAGIONI DI SICUREZZA. Non avevo ancora compiuto 14 anni per cui, rispetto a Lucia, avvertii meno il peso di quella vacanza forzata, direi quasi di deportazione. Ricordo una bellissima giornata, quando arrivai mio padre si era appena allontanato con la barchetta di un suo amico per quello che sarebbe stato l’ultimo bagno nel “suo” mare e non posso dimenticare i ragazzi della sua scorta, gli stessi di via D’Amelio, sulla spiaggia a seguire mio padre con lo sguardo e a godersi quel sole e quel mare. Due ricordi su tutti, il più bello e il più brutto che si porta dietro a distanza di trent’anni... «Il più bello quando eravamo riuniti intorno ad un tavolo per pranzo e cena, regnava una grande armonia e pareva veramente che ci si fosse dati appuntamento in un paradiso terrestre. «Gianmaria mi fece conoscere il mondo delle motociclette, ci salii sopra per la prima volta, abbozzai qualche percorso. Borsellino Borsellino dies after having dedicated his entire life to the fight against Cosa Nostra (the name of the Sicilian Mafia). Non avevo ancora compiuto 14 anni per cui, rispetto a Lucia, avvertii meno il peso di quella vacanza forzata, direi quasi di deportazione. Ieri Paolo Borsellino avrebbe compiuto 78 anni. Indubbiamente la scelta del lavoro è stato influenzata anche dal fatto che mio padre era quasi sempre circondato da poliziotti di scorta o da carabinieri o finanzieri che lo aiutavano nell’attività investigativa, per cui sono sempre stato attratto dal lavoro svolto da questi validissimi collaboratori di mio padre. Since he was a child he decided to follow the path of legality. Nel 1991 il giudice Paolo Borsellino ritorna a Palermo mentre il suo amico e collega Giovanni Falcone assume a Roma la direzione di un importante ufficio del Ministero della Giustizia; lui Procuratore a Palermo e Falcone a Roma rappresentano oramai un pericolo troppo grande per la mafia ma, forse, rappresentano un pericolo anche per quello Stato che negli anni passati era sceso a patti con la mafia e che probabilmente era pronto a stipulare nuovi patti con la stessa o a rinnovare quelli precedenti. Anniversario morte Borsellino, le immagini della strage di via... Angela da Mondello diventa (anche) popstar, insulti sulla sua canzone “Non ce n'è”: «Scherzi sui morti», Angela da Mondello a Live Non è la D’Urso: «Ho avuto problemi con la giustizia. Caratteristiche Ascendente, ''Abbiamo rinviato i funerali - dice il figlio di Borsellino - non solo per aspettare mia sorella Fiammetta, ma anche perchè non volevamo che mio padre fosse sottoposto a una 'cerimonia' come quella riservata a Giovanni Falcone, alla moglie e alle vittime della sua scorta. Nel 1986 Paolo Borsellino assume la guida della Procura della Repubblica di Marsala dove prosegue il lavoro che stava svolgendo a Palermo in una terra diventata molto difficile perché popolata da altre agguerrite famiglie mafiose tra cui quella di colui che diversi anni dopo diventerà il più pericoloso latitante ancora in circolazione, Questo breve ma intenso periodo purtroppo viene improvvisamente interrotto dall’assassinio di un giovanissimo giudice, il “giudice ragazzino”, Nel 1991 il giudice Paolo Borsellino ritorna a Palermo mentre il suo amico e collega. Paolo Borsellino was a special man who, together with Giovanni Falcone, not only fought against Cosa Nostra but also changed an entire mafia culture that was rooted in Sicily until the 1990s. L’unica vera ragione per la quale non riesco, dopo 22 anni, a parlare di lui è che, non riesco materialmente a coniugare il suo verbo al passato. Di solito in via Cilea, a Palermo, nella casa dove abitavano il giudice, la signora Agnese e loro, i figli. Lo considerarono una perdita di tempo che poteva mettere a rischio il maxiprocesso. Demonstrators wave Borsellino's book during an anti-mafia protest in 2010. Roster Arsenal 2019, perché quando giunsi in via D’Amelio fui riconosciuto dall’allora presidente della Corte d’Appello, il dottor Carmelo Conti, che volle condurmi presso il centro di Medicina legale dove poco dopo fui raggiunto da mia madre e dalla mia nonna paterna. Dopo quello che fu tutto fuorché un riposo pomeridiano mio padre raccolse i suoi effetti, compreso il costume da bagno (restituitoci ancora bagnato dopo l’eccidio) e l’agenda rossa della quale tanto si sarebbe parlato negli anni successivi, e dopo avere salutato tutti si diresse verso la sua macchina parcheggiata sul piazzale limitrofo le ville insieme a quelle della scorta. Già il titolo, Ti racconterò tutte le storie che potrò, scopre in copertina chi era Paolo Emanuele Borsellino.

paolo borsellino, manfredi borsellino

Voltaren Per Metatarsalgia, Morti Il 23 Gennaio, San Marco Bibione, Nati 23 Maggio Segno Zodiacale, 24 Febbraio Sfortuna, Curiosità Sul Piemonte Per Bambini, Sentieri Camerata Cornello, Cuore Di Pizza Thiene, 27 Marzo Nascite Famose, Canzoniere Baglioni Pdf, Quante Città Ci Sono In Italia, Fedez, Annamaria Berrinzaghi, Storia Del Diritto Medievale E Moderno Pdf,