Mi piace sempre scoprire nuovi brand, specialmente se questi sono originali ed hanno qualcosa da raccontare. Oggi vi parlo di gioielli, ma con un concetto dietro decisamente diverso da quello a cui siamo abituati: il classico monile con pietre preziose, come ad esempio l’indistruttibile diamante, capace di resistere anche ad un mulino a dischi , come quelli venduti su Emme3 (un’ azienda nata nel 1985 e specializzata nella produzione di strumenti ad alto contenuto tecnologico per i laboratori chimici, spesso utili per la realizzazione di gioielli).  Il concept che c’è nelle creazioni delle quali vi parlo si basa sulla voglia di realizzare qualcosa che verrà ricordata nel tempo senza bisogno di cadere nell’opulenza.

Un concentrato di ricerca ed ispirazione che danno luce a gioielli unici e realizzati con materiali particolari.

David Bielander ad esempio, un artista a 360 gradi ha creato gioielli che “confondono” grazie al suo utilizzo dell’oro che una volta lavorato sembra diventare cartone. Rimaniamo stupiti davanti ai bracciali della serie Cardboard, che se guardati con poca attenzione potrebbero essere confusi con capolavori di carta.

GIOIELLI david-bielander-cardboard-bracelets-foto presa da designboom-500-818x584

Oppure possiamo posare lo sguardo sui magnifici capolavori di Natalie Smith, laureata alla Scuola del Gioiello di Londra, crea anelli, spille e collane con un materiali molto particolari: la plastica, tessuti e zucchero. Quest’ultimo con il tempo si scioglie, cambiando così forma all’oggetto.

GIOIELLI-gioielli zucchero natalie smith foto presa dal suo sito

Daniele Papuli, è di casa. Italiano, ma conosciuto in tutto il mondo per i suoi incredibili lavori. Creazioni-installazioni di carta. Daniele è un artista-artigiano che realizza opere uniche e che ha dedicato la sua arte anche all’ideare gioielli. Con le sue opere è entrato a far parte dei sessanta designer (selezionati in tutto il mondo) alla mostra”Gioielli di Carta” esposta alla Triennale di Milano del 2009.

GIOIELLI daniele-papuli-collana-estesa-2007 foto presa da moda pourfemme

Domitilla Baffigo invece realizza gioie con fibre di carbonio,  il titanio e il galuchat mixato all’oro; proponendo così gioielli alternativi e spesso a prezzi accessibili.

Conoscete altri artigiani che creano capolavori con materiali alternativi? Se vi va potete segnalarmeli con un commento.