Leone III Isaurico (in greco Λέων Γ΄ ὁ Ἴσαυρος; [[Germanicea]], 675 circa – 18 giugno 741) fu Basileus dei Romei (Imperatore d'Oriente) dal 25 marzo 717 sino alla sua morte. [31][33] Nel 740 ottenne una vittoria sugli Arabi presso Akroinos, un successo che pose temporaneamente fine alle incursioni annuali degli Infedeli e fu attribuito dall'Imperatore al favore divino dopo l'instaurazione dell'iconoclastia. In the Italian Peninsula, the defiant attitude of Popes Gregory II and later Gregory III on behalf of image-veneration led to a fierce quarrel with the Emperor. Secondo le fonti iconodule Leone III sarebbe stato spinto a seguire una politica ecclesiastica iconoclasta per influenze ebraiche e islamiche. [17][22] Tuttavia, durante una battaglia con la flotta imperiale (avvenuta il 18 aprile 727), la flotta ribelle venne distrutta dal fuoco greco e l'usurpatore, catturato, venne condannato alla decapitazione. Nell'agosto del 717 l'esercito e la flotta araba (composta da 120.000 uomini e 1.800 navi)[3] era già presso le mura di Costantinopoli, condotti da Maslama, il fratello del califfo Sulayman ibn Abd al-Malik. Leone III Isaurico (in greco Λέων Γ΄ ό Ίσαυρος; Germanicea, 675 circa – 18 giugno 741) fu Basileus dei Romei (Imperatore d'Oriente) dal 25 marzo 717 sino alla sua morte. [5][6] L'Imperatore decise allora di stringere un'alleanza con i Bulgari, che, resisi conto della grossa minaccia che avrebbero potuto costituire i musulmani per il loro stato, accettarono. Artabasdus was betrothed to Anna,[8] Le truppe bizantine fedeli all'Imperatore tentarono di deporre il Papa e di assassinarlo, ma tutti i loro tentativi non ebbero effetto a causa dell'opposizione delle truppe romane che appoggiavano il Papa. [8] Invece mantenne il tema opsiciano intatto, commettendo un grave errore: infatti alla sua morte, il suo stratego Artavasde tenterà di usurpare il trono a Costantino V. Fu lui (o forse Anastasio II) a dividere inoltre in due il tema marittimo dei Carabisiani.[14]. Leone III nel frattempo rinforzò l'alleanza con i Cazari per utilizzarli contro gli Arabi: a tal fine fece sposare suo figlio Costantino con una delle figlie del khan cazaro, Irene (733). In realtà l'hai compiuta contro la tua stessa testa". [25] Gli abitanti dell'Italia bizantina considerarono anche la possibilità di nominare un usurpatore e mandare una flotta a Costantinopoli per deporre l'Imperatore a loro dire eretico ma il Papa si oppose, un po' perché sperava che l'Imperatore si ravvedesse, un po' perché contava sull'aiuto dell'Imperatore per respingere i Longobardi.[25]. The former summoned councils in Rome to anathematize and excommunicate the iconoclasts (730, 732); in 740 Leo retaliated by transferring Southern Italy and Illyricum from the papal diocese to that of the patriarch of Constantinople. Nel frattempo si verificò un tentativo di riprendere il trono da parte dell'ex imperatore Artemio/Anastasio II, esiliato a Tessalonica, che cercò e ottenne l'appoggio sia dei Bulgari, sia del comandante dell'Opsikion e di ufficiali di spicco della capitale, tra cui il Comandante delle Mura, che gli avrebbero dovuto aprire le porte. The new emperor was immediately forced to attend to the Second Arab siege of Constantinople, which commenced in August of the same year. - Figlio (718-775) di Leone III Isaurico, fu dal padre associato al trono nel 720 e gli successe nel 741. La famiglia dannata: Leone III e Costantino V, vita di due empi tiranni, imperatori di Bisanzio, Byzantium in the Iconoclast era (ca 680-850): a history, assedio arabo di Costantinopoli del 717-718, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Leone_III_Isaurico&oldid=116619037, Voci con template infobox militare senza immagini, Voci con campo Ref vuoto nel template Infobox militare, Voci con modulo citazione e parametro coautori, Voci biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Italics indicates a junior co-emperor, while underlining indicates a usurper. storia [9] Nel frattempo, però, venuto a conoscenza dell'assedio arabo di Costantinopoli, Sergio, protospatario e stratego di Sicilia, aveva organizzato una rivolta per staccare la Sicilia dall'Impero, eleggendo imperatore Basilio, nativo di Costantinopoli, ribattezzato Tiberio. Alcuni studi recenti hanno addirittura ridimensionato le lotte contro le immagini avvenute sotto il regno di Leone III o il suo coinvolgimento nella controversia, sostenendo che Leone III non avrebbe proclamato un editto in materia religiosa, ma si sarebbe limitato a promulgare una legge politica che avrebbe proibito l'accapigliarsi sulla materia religiosa, obbligando entrambe le fazioni (a favore o contro le immagini) al silenzio in attesa di un concilio ecumenico. The Arabs were Umayyad forces sent by Caliph Sulayman ibn Abd al-Malik and serving under his brother Maslama ibn Abd al-Malik. Iconoclasta ancora più deciso del padre, dopo aver domato la rivolta degli iconoduli (742), nel 753 dal concilio di Hierìa fece proclamare contrario alla ... Teodòsio III imperatore d'Oriente. Con la grande vittoria conseguita (717-18) sugli Arabi che, passati in Europa, avevano attaccato Costantinopoli per mare e per terra, L. fiaccò definitivamente lo slancio aggressivo dei musulmani. He was succeeded by his son, Constantine V. With his wife Maria, Leo III had four known children: his successor, Constantine V; Anna, who married Artabasdus; Irene; and Kosmo. Con l'editto del 730 Leone ordinò la distruzione di tutte le icone religiose. - Stratego d'Oriente (n. Germanicea in Commagene 675 circa - m. 741), detto Isaurico da Teofane, da altri scrittori ritenuto siriaco, fu acclamato imperatore (717) in sostituzione di Teodosio III. ", Learn how and when to remove this template message, https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Leo_III_the_Isaurian&oldid=984157718, Byzantine people of the Arab–Byzantine wars, Articles with French-language sources (fr), Short description is different from Wikidata, Instances of Lang-el using second unnamed parameter, Articles needing additional references from April 2020, All articles needing additional references, Wikipedia articles with SELIBR identifiers, Wikipedia articles with SUDOC identifiers, Wikipedia articles with WORLDCATID identifiers, Creative Commons Attribution-ShareAlike License, This page was last edited on 18 October 2020, at 15:02. [37] Anche l'autenticità della corrispondenza tra Leone e il califfo arabo Umar II riguardo ai meriti dell'Islam è dubbia.[37]. Costantino V Copronimo imperatore d'Oriente. λέων]. [13] Le lettere furono però svelate all'Imperatore, che punì molto severamente i coinvolti nella congiura, decapitandoli o confiscando le loro proprietà ed esiliandoli. Leo was fluent in Arabic[3], possibly as a native language[4], and was described by Theophanes as "the Saracen minded. Al contrario, la critica di Leone, o una discussione tra il clero negli anni 720, risultò in un dibattito nella Chiesa che generò una tendenza... critica nei confronti delle immagini, ma è difficile concludere che ciò rappresenti una "politica iconoclasta" imperiale. [46], La figura di Leone è stata recentemente rivalutata. Gli succedette sul trono il figlio Costantino V. Leone III riuscì a respingere l'assedio arabo di Costantinopoli del 717-718 salvando l'Impero dalla capitolazione e fermando l'avanzata islamica verso l'Europa da Oriente, come Carlo Martello avrebbe fermato nel 732 a Poitiers l'avanzata musulmana da Occidente. (spreg., iron.) [18] Secondo Teofane l'Imperatore fu convinto ad adottare la sua politica iconoclastica (distruzione delle icone) da un tal Bezér, un cristiano che, fatto schiavo dai musulmani, rinnegò la fede cristiana per passare a quella dei suoi padroni, e che, una volta liberato e trasferitosi a Bisanzio, riuscì a indurre nell'eresia l'Imperatore.[19]. Scholars have discussed the mutual influence of Muslim and Byzantine iconoclasm, noting that Caliph Yazid II had issued an iconoclastic edict, also targeting his Christian subjects, already in 721.[15]. La completa assenza di ogni concreta evidenza di persecuzioni imperiali o distruzioni di immagini, fatta eccezione per la destituzione di Germano..., le prolungate buone relazioni con il papato, e la totale assenza di ogni critica papale a parte le iniziali ansie espresse all'inizio degli anni 730, permette di escluderlo. - Collettore delle imposte in Adramittio nella Misia (m. Efeso 722); pervenne al trono inopinatamente (716), acclamato dalle truppe del tema Opsìkion, ribellatesi ad Anastasio II, da esse deposto; le milizie d'Asia non lo riconobbero e acclamarono imperatore Leone III ... La dottrina e l’azione di coloro che nell’Impero bizantino, nel sec. Avendo adunque, come si è detto, ottenuto l'Impero, nel nono anno di regno, gli indovini andarono a trovarlo, domandandogli il premio per avergli predetto l'imperio... Quei profani giudei dissero: noi, imperatore, non ti domandiamo ricchezze, né procacciamo alcun grado né dignità, né alcun onore dell'Impero, ma solo che tu faccia rimuovere da ogni parte le immagini del Nazareno, e di sua madre. Inizialmente tentò di predicare alla gente la necessità di distruggere le immagini, successivamente decise di distruggere un'icona religiosa raffigurante Cristo dalla porta del palazzo, scatenando una rivolta sia nella capitale che nel tema Ellade. Leóne III Isaurico imperatore d'Oriente. Le cronache bizantine, redatte da iconoduli e dunque da cronisti di parte, descrivono in modo grottesco le origini umili di Leone III, in modo da screditarlo: In realtà l'origine isaurica di Leone III è stata riconosciuta come un errore di Teofane Confessore (o dei suoi copisti), e oggi si ritiene che Leone fosse originario di Germanicea in Siria. Inoltre appare strano che le fonti contemporanee arabe e armene, parlando di Leone III, non facciano una minima menzione alla sua politica iconoclasta. Leo III the Isaurian (Greek: Λέων ὁ Ἴσαυρος, romanized: Leōn ho Isauros; c. 685 – 18 June 741), also known as the Syrian, was Byzantine Emperor from 717 until his death in 741 and founder of the Isaurian dynasty. Giunto presso Crisopoli, ivi avviò le trattative con Teodosio III, il quale accettò di abdicare cedendo il trono a Leone e di ritirarsi in un monastero a Efeso. Some, including the Byzantine chronicler Theophanes, have claimed that Konon's family had been resettled in Thrace, where he entered the service of Emperor Justinian II, when the latter was advancing on Constantinople with an army of loyalist followers, and horsemen provided by Tervel of Bulgaria in 705. [11][12] L'usurpazione non durò a lungo: infatti, finito l'assedio, Leone inviò in Sicilia il cartulario Paolo, che aveva promosso patrizio e stratego di Sicilia, e quando questi entrò a Siracusa, Sergio, non avendo forze per resistergli, cercò rifugio presso i Longobardi, mentre la popolazione consegnava l'usurpatore Basilio e i dignitari che lo avevano appoggiato. But the destruction of the armament by a storm decided the issue against him; his southern Italian subjects successfully defied his religious edicts, and the Exarchate of Ravenna became effectively detached from the Empire. On his deposition, Konon joined with his colleague Artabasdus, the stratēgos of the Armeniac theme, in conspiring to overthrow the new Emperor Theodosius III. [20], ritenendo che una simile iniziativa avrebbe risolto il principale problema della conversione degli ebrei, ma senza valutare la portata dei gravi tumulti che una tale decisione provocò presso la popolazione cristiana.

leone iii isaurico

In Fondo Al Mar Cantante, Bambini Che Ballano Salsa Cubana, 23 Marzo Nati, Istituti Per Bambini Abbandonati Roma, Champion Scarpe Memory Foam, Appartamenti In Vendita Via Baldo Degli Ubaldi, Milano, Santa Rosita Onomastico, Patrimonio Chiara Ferragni E Fedez 2020,