Pietro (Poitiers, XI secolo – Chauvigny, 4 aprile 1115) è stato vescovo di Poitiers tra XI e XII secolo, venerato come santo dalla Chiesa cattolica. In Oriente ebbe modo di familiarizzarsi con le dottrine teologiche dei Greci, che cercò di rielaborare, sforzandosi di creare una terminologia tecnica in latino; onde riuscì talvolta, a giudizio di s. Girolamo, scrittore contorto e oscuro. [2], L'opera di Pietro è poi importante perché si adoperò in modo determinante per l'approvazione papale dell'abbazia di Fontevrault, posta nel territorio della sua diocesi, che lui stesso aveva aperto nel 1106. – 367 Ilario, nato a Poitiers, in Francia, intorno al 315, era un pagano che cercò il senso della vita dapprima nelle dottrine neoplatoniche, poi – dopo la lettura della Bibbia – nel cristianesimo. pass. 1. Ilàrio di Poitiers (lat. hymnus, gr. sanctus, propr. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 9 ott 2020 alle 09:37. Ma il De Trinitate (12 libri) è opera importantissima anche se taluni punti della sua cristologia non appaiono trattati perspicuamente (onde I. fu accusato di docetismo); e così il Tractatus super Psalmos e il De synodis, di grande valore anche come fonte storica, al pari dei Fragmenta historica (o Collectanea antiariana Parisina) comprendenti l'Adversus Valentem et Ursacium (Valente di Mursa e Ursacio di Singidunum) nonché il cosiddetto Liber primus ad Constantium; e degli altri scritti storico-polemici (Liber ad Constantium Augustum o Liber secundus allo stesso; Contra Constantium imperatorem; Contra Arianos vel Auxentium mediolanensem; Apologetica, in difesa del De synodis). IV. È patrono della città di Parma Fu dichiarato Dottore della Chiesa dal papa Pio IX nel 1851. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica, dalla Chiesa ortodossa e dalla Comunione anglicana ed è stato proclamato Dottore della Chiesa. – Variante poco com. Nobile proprietario terriero, sposato e con una bimba, poco dopo il battesimo fu acclamato vescovo di Poitiers. Orfano di padre e di madre, entrò a 12 anni nel convento agostiniano di Emmaus (o Steyn), nei Paesi Bassi, e in 5 anni vi acquistò una precoce erudizione ... Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani S.p.A. © Tutti i diritti riservati. Non si conosce nulla della vita di san Pietro prima della sua elevazione all'episcopato. ... Sant’Agostino Comune della prov. di Ferrara (35,2 km2 con 6916 ab. La soluzione di questo puzzle è di 6 lettere e inizia con la lettera I Di seguito la risposta corretta a SANTO DI POITIERS Cruciverba, se hai bisogno di ulteriore aiuto per completare il tuo cruciverba continua la navigazione e prova la nostra funzione di ricerca. Il 13 gennaio sarà ricordato un Santo e Dottore della Chiesa che fu essenziale, insieme ad alcuni suoi confratelli nell’episcopato, per il ristabilimento dell’ordine nel pensiero teologico e per il ritorno alla Verità: sant’Ilario di Poitiers (310ca.‒ 367), paladino della Tradizione contro l’Arianesimo. Si chiamò inno (dal lat. Poitiers, Francia, 315? Era arcidiacono della Chiesa di Poitiers quando, nel 1187, fu scelto a succedere al fratello Isemberto II; secondo il Chronicon Malleacensis fu consacrato vescovo il 22 febbraio 1187. Componimento poetico-musicale, cantato da coro e spesso accompagnato da strumenti. e santo m. (f. -a) [lat. Era sposato e padre di una bambina di nome Abra, quando i religiosi della sua comunità lo acclamarono Vescovo di Pictavium nel 353. Nacque a Poitiers da una famiglia pagana, al principio del sec. Proveniente da una famiglia aristocratica gallo-romana, Ilario fu subito attratto dalla filosofia. Pietro (Poitiers, XI secolo – Chauvigny, 4 aprile 1115) è stato vescovo di Poitiers tra XI e XII secolo, venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Prese sotto la propria protezione Martino, futuro Vescovo di Tours. Per le parole composte con questo elemento compositivo, si vedano le voci corrispondenti formate con xanto-. a. Fu presente al sinodo di Béziers nel 356, a seguito del quale fu mandato in esilio in Frigia dall'imperatore Costanzo II. Hilarius Pictaviensis), santo/">santo. E’ l’incontro che gli fece cambiare Andò a Poitiers presso il vescovo S. Ilario da cui fu istruito, battezzato e in seguito ordinato sacerdote. Il Santo del giorno, 13 Gennaio: S. Ilario di Poitiers Ilario di Poitiers(Poitiers, 315 circa – Poitiers, 367) fu vescovo di Pictavium (l’attuale Poitiers), teologo, filosofo e scrittore. Le sue opere furono pubblicate da Erasmo da Rotterdam a Basilea nel 1523, 1526 e 1528. Opera Omnia dal Migne Patrologia Latina con indici analitici, Bibliografie su Ilario di Poitiers disponibili sul sito di Sources Chrétiennes, Contra Arrianos vel Auxentium Mediolanensem, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Ilario_di_Poitiers&oldid=115953991, P3762 multipla letta da Wikidata senza qualificatore, Voci biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi. Nei cinque anni seguenti ebbe modo di approfondire il pensiero dei padri orientali, e scrisse la sua opera più famosa Sulla Trinità (De Trinitate). Ilario di Poitiers (Poitiers, 310 circa – Poitiers, 367) è stato un vescovo e teologo romano; fu Vescovo di Pictavium (l'attuale Poitiers), teologo, filosofo e scrittore. Il 13 gennaio sarà ricordato un Santo e Dottore della Chiesa che fu essenziale, insieme ad alcuni suoi confratelli nell’episcopato, per il ristabilimento dell’ordine nel pensiero teologico e per il ritorno alla Verità: sant’Ilario di Poitiers (310ca.‒ 367), paladino della Tradizione contro l’Arianesimo. Denunciò l'illegittimità del matrimonio del re Filippo I, che fece condannare durante il concilio svoltosi a Poitiers nel 1100. Ilàrio di Poitiers (lat. – 1. agg. Eresse, anni avanti, addirittura la celebre e tuttora esistente abbazia di Marmontier (la più antica della Francia) ove fu per parecchi anni padre di … È il secondo vescovo di Poitiers con il nome di Pietro, e nelle fonti è spesso indicato come Pietro II. Combatté […] [1], Pietro si distinse in modo particolare per la sua fermezza nel difendere i diritti della Chiesa e per il suo coraggio nel denunciare gli abusi del tempo. Caratterizzato da una struttura strofica, l’inno, già nella musica greca e poi nel canto liturgico cristiano, era destinato alle celebrazioni religiose. Di Ilario si sono conservati alcuni scritti esegetici e teologici e alcuni inni. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica, dalla Chiesa ortodossa e dalla Comunione anglicana ed è stato proclamato dottore della Chiesa. Hilarius Pictaviensis), santo/">santo.- Teologo e vescovo (Poitiers inizî sec. part. Poco dopo il battesimo fu eletto vescovo (circa 350), esiliato in Frigia (356) da Costanzo II per aver combattuto l'arianesimo, che continuò ad avversare anche in Italia e in Gallia (circa 360) e dopo il ritorno in diocesi. il santo del paesino della canzone bocca di rosa il santo di poitiers lo scrittore latino di poitiers che fu fatto santo santo del 13 gennaio santo di poitiers: lorenzo: fu detto il magnifico il santo che subi il martirio della graticola il santo delle stelle cadenti! Meno originale il commento a Matteo; si hanno frammenti del Tractatus mysteriorum (l'Antico Testamento come preannuncio del Nuovo). Vescovo di Arles (sec. Dottore della Chiesa (proclamato nel 1851), uno dei maggiori teologi latini. La stessa risolutezza tenne nei confronti del conte Guglielmo, che scomunicò, malgrado le minacce, per aver insultato pubblicamente Gérard de Blaye, vescovo di Angoulême. Umanista (Rotterdam 1466 o 1469 - Basilea 1536); tradusse il nome Geert Geertsz nell'altro umanistico, con cui è universalmente noto, di Desiderius Erasmus. I motivi che l'avrebbero indotto a convertirsi sono esposti nell'introduzione al De Trinitate (I,1-14). I vescovi della Gallia, in maggioranza ortodossi, non vollero che un intruso s’impadronisse della sede di Poitiers. Per ordine di Costanzo, Ilario dovette prendervi parte, ma avendo ricusato di aderire alla politica religiosa dell’imperatore, fu deportato nel 356 nella Frigia. Benché mediocre poeta, I. è pure interessante come primo autore di inni (3 originali, conservati in parte) della letteratura latina. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 29 gen 2020 alle 13:08. Partecipò al concilio di Seleucia in Isauria nel 359, dove ottenne l'unità tra i sostenitori del simbolo di Nicea e chi sosteneva che il Cristo era simile nella sostanza al Padre. È patrono della città di Parma La Chiesa cattolica e quella anglicana lo ricordano il 13 gennaio, suo dies natalis, ma fu iscritto nel Martirologio romano alla data del 14 gennaio, data ancora onorata nella Forma straordinaria. Festa, 13 gennaio. Questo gli valse l'esilio a Chauvigny. Antichità In origine, equivalente di sacro, riferito a ciò che è... santo-. Fu poi scomunicato e deposto nel Concilio di Parigi (360 o 361). Coniugato (la circostanza è solo probabile), circa il 350 fu eletto vescovo di Poitiers. del primo elemento xanto-. Ancora poco addentro ai problemi della fede, scoprì solo nel 354 il simbolo di Nicea. 4º - ivi 367 circa). [2], L'odierno Martirologio Romano, riformato a norma dei decreti del Concilio Vaticano II, ha inserito la memoria di san Pietro al 4 aprile ricordandolo con queste parole:[4], «A Poitiers in Aquitania, in Francia, san Pietro, vescovo, che favorì la nascita dell'Ordine di Fontevrault e, ingiustamente rimosso dalla sua sede, morì esule a Chauvigny.», Il contenuto è disponibile in base alla licenza, Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, Ultima modifica il 29 gen 2020 alle 13:08, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Pietro_di_Poitiers_(vescovo)&oldid=110484681, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Ilario di Poitiers (Poitiers, 310 circa - Poitiers, 367) è stato un vescovo e teologo romano; fu vescovo di Pictavium (l'attuale Poitiers), teologo, filosofo e scrittore. Altri scritti, incluse le lettere, sono spurî. di sancire «sancire, rendere sacro», in rapporto etimologico con sacer «sacro», essendo anche questo connesso con sancire]. Altri risultati per Ilàrio di Poitiers, santo. letteratura È il secondo vescovo di Poitiers con il nome di Pietro, e nelle fonti è spesso indicato come Pietro II. Appartengono al primo periodo dell'episcopato ... agg. - Teologo e vescovo (Poitiers inizî sec. Ilario di Poitiers (Poitiers, 310 circa – Poitiers, 367) è stato un vescovo e teologo romano; fu Vescovo di Pictavium (l'attuale Poitiers), teologo, filosofo e scrittore. 4 º - ivi 367 circa). nel 2008). È venerato come santo dalla Chiesa cattolica, dalla Chiesa ortodossa e dalla Comunione anglicana ed è stato proclamato Dottore della Chiesa. 4º); fiancheggiò la politica ariana dell'imperatore Costanzo e fece condannare (356) Ilario di Poitiers. È patrono della città di Parma.

santo che fu vescovo di poitiers

Diario Be You Elisa Maino, Perché Gesù Cambia Il Nome Di Simone In Pietro, Nome Da Abbinare A Sveva, Novena A Santa Patrizia, Sindone E Templari, Relitto Aereo Ponza, Località Balneare Della California, Via Postumia Gpx, Tha Supreme 23 6451,