Ieri ho accompagnato la mia migliore amica a fare la ricostruzione delle unghie, così ne ho approfittato per scattare  foto ad ogni passaggio.  Ed ora vi mostro tutte (o quasi) le fasi di questo trattamento.

Le classiche domande sono:

-La ricostruzione rovina le unghie?

Se la ricostruzione viene effettuata da una persona esperta non rovina le unghie, al massimo può indebolirle. Grazie ad uno smalto rinforzante e creme per mani e unghie le vostre unghie torneranno rapidamente come nuove. Le nail artist esperte sanno esattamente quanto limare le unghie per non danneggiarle.

 

-Quanti giorni durano le unghie ricostruite ?

Tutto dipende da quanto velocemente crescono le vostre unghie, quindi, la risposta è soggettiva. Generalmente restano “accettabili” almeno un mese, specialmente se sceglierete un gel color carne, rosato o – ancor meglio – trasparente.

-Sono scomode?

Se avete sempre portato le unghie corte, inizialmente vi sembrerà di avere qualcosa di estraneo sulle dita, ma già dopo 2, 3 giorni le sentirete vostre al 100%.  Esageratamente lunghe risultano scomode per alcuni gesti quotidiani, come : mandare un sms, chiudere il moschettone di una collana, chiudere una camicia con bottoni troppo piccoli. Se optate per una lunghezza media non avrete problemi di alcun tipo.

Noemi ha scelto una ricostruzione con tip, gel trasparente e french;  perfetta per avere mani visibilmente curate e sistemate. In più, sta bene con tutto!

La nail artist che ha realizzato queste unghie si chiama Giulia. Ed è anche la mia nail artist.

 Se siete di Roma e dintorni e avete intenzione di dare una sistemata alle vostre unghie o semplicemente farle qualche domanda potete contattarla tramite Facebook.